La melodia inconfondibile dei Vanarin

Artisti   Rock  6 Marzo 2017   Nessun commento La melodia inconfondibile dei Vanarin

Quando David Paysden incontrò Marco Sciacqua nell’estate del 2015, probabilmente ancora non si immaginava cosa di grandioso sarebbe successo poco dopo.

Quando successivamente Giuseppe Chiara, Massimo Mantovani e Marco Brena si unirono al “duo”, allora tutto fu subito più chiaro a David: i Vanarin.

Il neo formato gruppo iniziò, sin da subito, a lavorare sodo, provando per diverse ore quasi tutti i giorni, tra i vari impegni di ognuno: David è insegnante di inglese per ragazzi, Marco Sciacqua insegna chitarra ai più piccoli, Massimo laureando in Filosofia, Marco Brena occupato presso l’impresa di famiglia e Giuseppe impegnato a lavorare come receptionist nell’hotel di proprietà del padre.

I risultati del lavoro svolto fino ad ora, ci sono già stati: tra i riconoscimenti, i Vanarin hanno vinto il concorso bergamasco “Nuovi Suoni Live 2016”.

I Vanarin

Componenti: David Paysden (voce, chitarra) Massimo Mantovani (chitarra, voce) Marco Sciacqua (basso, chitarra, voce)  Giuseppe Chiara (tastiera, chitarra, voce, turnista dei “Verdena”) Marco Brena (batteria)

Genere: Pop-Rock

Fonti di ispirazione: The Beatles, The Beach Boys, MGMT

Anno di formazione: 2016

Colore della musica: Fucsia

Li abbiamo incontrati per la prima volta al Joe Koala di Bergamo, dopo uno dei loro concerti.

Marco Sciacqua ci accoglie con la sua curiosa camicia vintage, comprata in un mercatino dell’usato di Milano. Hanno tutti uno stile piuttosto unico.

David, raccontami un po’ come nascono i vostri brani e raccontami soprattutto della mia canzone preferita “A Feeling no Longer Felt”..

“Ho iniziato a  proporre al gruppo molti dei brani che avevo già scritto, come ad esempio “A Feeling No Longer Felt“, una canzone a cui tengo, scritta a seguito di una storia d’amore finita. Ora ben o male tutti scrivono e tutti contribuiscono totalmente alla buona riuscita dei pezzi. Dato che proveniamo da mondi musicali diversi tra loro, le nostre canzoni sono molto varie. Ecco come ad esempio  il singolo “Think For Yourself” si differenzia già dal brano citato poco sopra, in termini di mood, suono..”

Qual è quindi il vostro punto di forza?

“L’arrangiamento, la melodia, l’armonia. Le persone che vengono a sentirci sembrano non annoiarsi mai. Inoltre, tutti apportano le proprie idee al gruppo e tutti sono protagonisti.” dice Marco Sciacqua.

E’ vero, ciò che rende i Vanarin inconfondibili è il fatto che, oltre al suono peculiare, dovuto anche (ma naturalmente non solo) a come la tastiera si inserisce nelle melodie, tutti i membri sembrano essere i personaggi principali e sono tutti estremamente poliedrici.

Effettivamente la gente riconosce la vostra unicità, sino ad ora avete fatto una decina di date con un seguito interessato e molto coinvolto.. 

“Esatto. Siamo entusiasti di come  il panorama bergamasco, in particolare, ci stia accogliendo. Abbiamo fatto e stiamo organizzando date anche fuori dalla Lombardia. La nostra prima trasferta fuori territorio è stata a Bologna, presso il Covo. Siamo andati giù in camper ed è stata un’esperienza a dir poco spaziale!” afferma sempre Marco.

Ditemi, a volte il suono è quasi psichedelico, sembrate presi da chissà cosa, che vi immaginate quando siete sul palco, cosa sentite?

“Io immagino onde colorate, vibrazioni che mi oltrepassano per arrivare fino alle persone” dice David. “Vorrei che ciò che sto esprimendo suonando, arrivasse alle persone, le attraversasse”, afferma invece Marco.

Chi vi aspettate su Armada Note?:

” I Sakee Sed” rispondono tutti.

(Io invece mi aspetto che diventiate la prossima promessa italiana).

J.C.

Pagina Facebook del Gruppo: /vanarinmusic

Photo Credits: Monelle Chiti

Jessica Cintola

Jessica ha creato Armada Note per tre motivi fondamentali: ha un legame ancestrale con la musica, le piace scrivere e in quel periodo (a marzo 2017, quando ha creato il tutto) era un po’ annoiata. Dice che le sue idee migliori sono sempre nate in periodi di tedio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *